Inter, Marotta: "Scudetto? C'è anche la Juve, sarebbe strano il contrario"

All'interno di quest'articolo viene riportata un'intervista rilasciata da Marotta ai microfoni di Radio Anch'io Sport, nella quale ammette che il campionato potrebbe essere strano senza la Juventus.

Il numero uno dell'Inter Dietro un possibile scudetto nerazzurro c'è anche la Juve: "Sarebbe strano il contrario".

L'amministratore delegato dell'Inter, Beppe Marotta, in un'intervista concessa ai microfoni di Radio Anch'io Sport, ha ammesso che il campionato potrebbe essere strano senza la Juventus: "Sarebbe strano il contrario. La Juve è sempre stata protagonista in questi anni e noi dobbiamo fare i complimenti alla società bianconera per aver costruito un organico competitivo anche quest’anno".?
"Serie A? Tanti punti, dobbiamo tenere alti i nostri standard e dire che vogliamo essere in questa lotta. I primi cinque sono candidati per vincere, secondo me è normale che la Juve si batta per lo scudetto, viceversa intorno è insolito, non si può sottovalutare il Milan, l'Atalanta e il cerchio si restringe e così via".

Inter's CEO, Marotta, said that it would be strange if Juventus didn't win the Scudetto this year, given their current form. He also said that Inter are still in the running for the title.

Inter, Marotta: "Scudetto? C'è anche la Juventus, sarebbe strano il contrario"

Matteo Politano, Danilo D’Ambrosio e Rafinha sono i primi nomi usciti durante la conferenza stampa di mercato dell’Inter. I tre giocatori, infatti, sono stati ceduti in prestito al Sassuolo, alla Roma e al Barcellona mentre Joao Mario è passato in prestito al West Ham.

L’intervento di Beppe Marotta si è focalizzato proprio su questi giocatori: "Sono molto contento per Politano che ha avuto una grande crescita nell'ultimo anno. D'Ambrosio? E' rimasto qui per 5 anni ed è sempre stato importante. Rafinha? E' un grande giocatore che ha vinto tutto. Sarebbe stato strano se non lo avessimo ceduto".

Su Joao Mario: "Credo sia un giocatore con un grandissimo potenziale. Siamo felici di averlo potuto cedere ad un prezzo importante. Conte? Ha grande esperienza e sarà un ottimo allenatore per noi".

Il patron nerazzurro, infine, ha parlato del futuro dell’Inter: "I nostri obiettivi restano quelli di sempre: vincere il campionato e tornare in Champions League. Ci sono squadre più forti di noi ma ce la giochiamo sempre".

A mio avviso, il dirigente della Juventus, Beppe Marotta, ha espresso una considerazione molto reale ed onesta riguardo alla possibilità che anche il campionato possa essere vinto dalla sua società. Dopo le difficoltà incontrate nelle ultime stagioni, riconoscere pubblicamente che c'è concorrenza non solo da parte della squadra di calcio più titolata in Italia, ma anche da quella che fino a poco tempo fa era la diretta avversaria, è senz'altro un atteggiamento degno di nota.

Aggiornato il 2 Marzo 2022 da amministratore