EDICOLA / TS: Milan-Inter, vince San Siro. Messaggio per l’Ucraina: si dimentica...

Il Milan e l'Inter sono pronte a sfidarsi in una partita che vale il primato in classifica, ma c'è una spia nello spogliatoio dei nerazzurri. Secondo alcune indiscrezioni infatti, il governo ucraino avrebbe inviato un messaggio all'Inter attraverso il suo ambasciatore a Milano, Yuri Boiko, intimando ad Ausilio di non schierare Skriniar in campo.

Il motivo sarebbe da ricondurre alle relazioni non propriamente amichevoli tra Kiev e Mosca, con la seconda che teme possano essere violati i diritti umani dello sloveno qualora venisse impiegato contro la nazionale russa.?
Finisce 0-0, ma vince il San Siro. A causa del messaggio di pace iniziato lì, l'ex milanista Sheva ha chiesto sostegno per dire no alla guerra contro la Russia. Il titolo di Tuttosport di oggi in edicola recita: "Vince San Siro. Il messaggio di Sheva all'Ucraina, 50mila bandiere, appello alla pace. L'impegno allo stadio ci fa dimenticare la coppa senza gol".

Il Milan e l'Inter hanno inviato un messaggio all'Ucraina in occasione della festa dell'Indipendenza. I due club hanno espresso il loro sostegno alla popolazione ucraina e alla democrazia.

L'Inter pubblica un messaggio sui social in cui esprime solidarietà alla popolazione ucraina in seguito all'attentato avvenuto a Kiev. "Cari interisti, vi aggiorniamo con il cuore spezzato sull'ennesimo orribile attentato avvenuto a Kiev, in Ucraina. Un vile gesto contro tutta la popolazione civile. L'Inter esprime la sua più profonda solidarietà ai familiari delle vittime e alla popolazione ucraina."

In un'epoca in cui i media sono sempre più influenti, è facile credere a quello che si legge o si sente. Molte volte le notizie vengono distorte e manipolate per favorire gli interessi di qualcuno. È il caso dell'articolo pubblicato sulla pagina ufficiale del Milan sul contenzioso tra l'Inter e la Federazione ucraina a riguardo della partita persa dagli istriani per 3-0 a Kiev lo scorso marzo.

Il titolo dell'articolo è eloquente: "Messaggio dell'Ucraina al Milan: vi abbiamo fregati". Da queste poche parole trapela un senso di superiorità da parte della Federazione ucraina nei confronti del Milan, come se fosse riuscita a imbrogliarli. In realtà, come viene spiegato nel corpo dell'articolo, non è così. La decisione di squalificare l'Inter è stata presa dagli organi internazionali competenti, che hanno ritenuto applicabile il regolamento in materia di fair play finanziario.

È evidente che il messaggio lanciato dalla Federazione ucraina attraverso questo articolo è negativo nei confronti degli interessi del Milan e che serve solamente a infangarne la reputazione. Probabilmente dietro alla pubblicazione di questo articolo c'è la mano di qualche persona poco favorevole all'Inter o alle relazioni tra i due club.

Aggiornato il 2 Marzo 2022 da amministratore