“Vediamo se hanno le p…” Szczesny, duro attacco in diretta a DAZN

La Juventus potrebbe partecipare al Mondiale di calcio 2022 in Russia nonostante l'attacco informatico subito dalla FIFA. Secondo quanto riportato da alcuni media ucraini, il portiere polacco Szczesny sarebbe a disposizione di Zinedine Zidane per il torneo.?
L'invasione russa dell'Ucraina continua ad avere un posto nel dibattito politico, ma non solo. Molte voci da tutta Europa stanno condannando il lavoro di Vladimir Putin e le azioni militari che mettono in pericolo la pace del Vecchio Mondo. Attraverso le voci di tanti protagonisti, anche il mondo del calcio si esprime in modo durissimo. Anche decisioni difficili, come quella della federazione polacca di non giocare gli spareggi di Coppa del Mondo contro la Russia. Un'opzione molto forte, con il portiere della Juventus Wojciech Szczesny anche uno dei suoi principali promotori. Tra l'altro, il compagno del portiere della Juventus è ucraino. Proprio quest'ultimo motivo ha influenzato ulteriormente il portiere, che nelle scorse ore si era addirittura espresso. Così il portiere della Juventus ha ribadito tutto dopo la partita della sua squadra contro l'Empoli: "Ho deciso di non giocare lo spareggio di Coppa del Mondo contro la Russia. Sono contento che i miei compagni abbiano fatto lo stesso, non giocheremo noi" Se dovessimo perdere al tavolo, avremmo tenuto la testa alta e sapendo di aver fatto la cosa giusta", ha detto il portiere al microfono di DAZN.

Il portiere della Juventus, Wojciech Szczesny, ha parlato della situazione in Ucraina e Russia in vista del Mondiale di calcio FIFA 2022. Secondo Szczesny, l'Ucraina è in una situazione difficile, mentre la Russia è un Paese in cui è difficile vivere.

Il portiere della Juventus, Wojciech Szczesny, ha parlato ai microfoni di Eleven Sports dopo la vittoria contro l'Ucraina per 4-1 in amichevole: "Eravamo un po' preoccupati dopo il gol preso, ma fortunatamente siamo riusciti a ribaltare la partita. Oggi abbiamo dimostrato che possiamo competere anche contro avversari più forti. La prossima settimana ci attende un altro impegno molto importante, il Mondiale in Russia".

Non sono d'accordo sulla parte in cui si dice che Szczesny avrebbe potuto fare meglio, dato che secondo me ha fatto un ottimo lavoro. Inoltre, non credo che l'attacco alla Fifa sia legato al Mondiale, ma piuttosto a problemi interni di cui non conosciamo bene la natura.

Aggiornato il 26 Febbraio 2022 da amministratore