Figc, inizio gare 5′ di ritardo contro la guerra. Gravina: “Lo sport vuole la pace”

Il presidente federale ucraino, Andriy Shevchenko, ha bloccato tutte le gare calcistiche in programma domenica per via delle minacce provenienti dalla Russia.

A riferirlo è il commissario federale italiano, Michele Uva, che partecipa al Consiglio dell'Uefa a Nyon. La situazione è molto delicata in Ucraina, dopo l'incidente avvenuto a Mariupol dove sono morte almeno dieci persone."

Andriy Shevchenko, presidente federale ucraino, blocca tutte le gare calcistiche in programma domenica per minacce provenienti dalla Russia. Il consiglio dell'Uefa si riunisce oggi a Nyon per discutere la situazione sempre più delicata in Ucraina dopo l'incidente avvenuto a Mariupol dove sono morte almeno dieci persone.?
Tutte le partite del campionato italiano di calcio di questo fine settimana saranno ritardate di cinque minuti per protestare contro la guerra in Ucraina. Tocca alla FA decidere - Capisce l'Ansa. "Lo sport non ha niente a che vedere con la politica - dice il presidente Gabriel - ma ha bisogno di pace".

L'Ucraina ha annunciato che le partite di calcio saranno ritardate a causa della situazione politica. La Figc ha espresso disappunto per questa decisione.

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, dopo aver incontrato il presidente della Federcalcio ucraina, Andriy Shevchenko, ha annunciato che le partite dei prossimi campionati di serie A e B si disputeranno con un ritardo di tre settimane. La decisione è stata presa per ovviare ai problemi legati alla situazione politica nel Paese.

Questo articolo riguarda il ritardo con cui la Figc ha organizzato le gare in Ucraina. Gravina, presidente della Figc, dichiara che le gare sono slittate per problemi burocratici, ma è evidente che c'è qualcos'altro dietro. Sicuramente la situazione geopolitica non aiuta, ma probabilmente anche la mancanza di esperienza nell'organizzazione di grandi eventi da parte della Figc ha contribuito a questo disastro.

Personalmente credo che la Figc abbia fatto un grandissimo errore nel decidere di organizzare le gare in Ucraina. La situazione geopolitica è molto instabile e il rischio di incidenti è alto. Inoltre, credo che la Figc non abbia una grande esperienza nell'organizzazione di grandi eventi e questo si è visto in quanto i problemi burocratici sono moltissimi. Spero che tutti questi problemi possano essere risolti in fretta e che le gare possano avere luogo senza incidenti.

Aggiornato il 25 Febbraio 2022 da amministratore