Pagelle Napoli-Barcellona: Meret preso a pallate, Mario Rui ci prova! Insigne luci e fischi all'ultima 'europea' in azzurro, Demme affonda

Mercoledì sera il Napoli ha affrontato al San Paolo il Barcellona in un'amichevole internazionale. I partenopei sono stati sconfitti per 5-0, ma nonostante la prestazione negativa è da sottolineare la gran gara di Meret, che ha parato tutto quello che gli è passato davanti.?
pagella. La partita si conclude allo stadio Maradona e il Napoli, che è entrato agli ottavi di finale, affronterà il Barcellona. Lepagelle Napoli-Barcellona su CalcioNapoli24, con voti e spiegazioni dettagliate per ogni giocatore della squadra azzurra. Napoli Il Barcellona ha votato Merrett con 4,5 voti - uno contro uno con Jordi Alba, mancino: peccato si sia lasciato colpire sul primo palo. De Jong e Aubameyang di testa solo Ammirabile. Sull'1-3 si infila in ritardo, forse sullo schermo, e ha messo la mano su una croce insidiosa di Adama. Il pugno di Aubameyang è improvviso e colto male nella sua posizione: sul palo basso ha evitato l'1-5 almeno al 65'. Di Lorenzo 5,5 - Il colpo alla testa è un ricordo, ma è discutibile il passaggio al 25' concesso ai blaugrana. Come Aubameyang che non segna gli angoli. Il gol di Osmeen a fine primo tempo, una buona idea che non si concretizza al 56'. Dai ad Aubameyang una buona occasione sull'1-4. Mario Rui 6 - Altissimo per fermare Traore e complicare la prestazione di Dest prima che il Barcellona si muovesse immediatamente spostando un possibile 1-3 da Ferran Torres in angolo. Era contro Traore, anche se quest'ultimo era fisicamente duplice. Da centrocampista, finire in 15 minuti e non toccare palla, varrebbe 2-4, ma entrare in azione in posizione utile. Ripara lo spazio dietro di lui che spesso si adatta. Pique si voltò davanti a lui nello stretto e fece l'1-3. (dal 73' Ounas 5 - non gli piace) Demme 5 - Incastrato tra Adama e Jordi Alba sullo 0-1, calcia rabbioso un pallone domato da Adama al 37'. Lascia troppo spazio dove il Barcellona accelera. (dal 46' Politano 5,5 - Prova a scuotere la fascia: prende un corner, poi il Barcellona si allarga e finisce per isolarsi. Ammorbidisce gli ultimi minuti con il gol del 2-4) Elmas 5 - Gentilissimo 20enne Trattenuto dalle tre maglie avversarie, al 41' è ancora più caparbio, faticando a recuperare palla: nel complesso, però, non è servito a molto. Politano è stato in attacco nella ripresa, era un centrocampista, ma la prestazione è stata la stessa. Zelinsky 5 - La doppietta di Insigne persa su 0-1 d'angolo, fatica a trovare spazio e si è dovuto piegare per aiutare i compagni in fase difensiva. Una mezzala più classica nel secondo tempo, con licenza da inserire: un solo esempio al 51'. (dal 73' Mertens SV - raggiunge Daniel Carrizo, 61 presenze in Europa League, record match) Insigne 6 - Recupera per l'ultima grande partita europea della sua carriera dopo aver saltato il Cagliari. Ha dato un corner al Barcellona grazie a uno sfortunato piano fallito con Zielinski, che ha recuperato nutrendo grandi speranze. Goloso a metà primo tempo, sparacchia esce dalla porta. Il solito sacrificio, ha messo Osmeen davanti a Ter Stegen a metà del secondo tempo. Peccato per qualche fischio finale. (dal 82' Petagna SV - destro forte deviato di spalla da Ter Stegen) Osimhen 5,5 - Lanciato da Insigne, vince il rigore; 26' tiro da dentro l'area di Pique. In campo aperto è un bel rischio, ma Araujo e Piqué lo disinnescano. Salta oltre il palo per un possibile 2-4. (dal 73' Ghoulam SV) Spalletti 5 - Gli alti chiudono la linea del passaggio in avvio: solo un calcio d'angolo è battuto male e arriva subito il gol, poi il secondo pallone non è mai di testa e si punisce 0-2. E anche Dest sfiora lo 0-3: il Napoli sembrava spazzato via in 20 minuti, senza distanza tra le divisioni, ma è bastato un lancio di Insigne per riaprirlo - anche se un pressing blaugrana ha portato a diversi palloni completamente abbandonati, quindi l'occasione non è stato realizzato. A parte le difficoltà dei primi 20 minuti, la squadra non è crollata: calci di rigore, pressing, è apparso Osmeen (solo quando la pressione è stata superata). Fino all'1-3, che sembrava insormontabile: prova a giocare con un 4-3-3 puro, e le carte arrivano mezz'ora dopo, il che è di per sé un peccato. Cosa resta per stasera? I primi due gol sono stati subiti così, una reazione che è durata poco più di un quarto d'ora, un senso di impotenza abbastanza generale. Andare in Champions, a distanza dal Barcellona, ​​ma non così lontano: quasi azzeccato. Nell'ultimo quarto, le sostituzioni hanno creato una formazione insolita, con un 2-4 che premia i tifosi per non aver lasciato lo stadio prematuramente. Il Barcellona è semplicemente forte, ammettiamolo.

Le pagelle di Napoli-Barcellona: Meret preso a pallate, Mario Rui ci prova, Insigne luci

Il portiere del Napoli, Meret, viene preso a pallate dal giocatore del Barcellona, Suarez, nel corso della partita. Mario Rui ci prova con un tiro da fuori area, ma il suo tentativo non va a segno. L'attaccante del Napoli, Insigne, illumina il match con alcune giocate decisive.

Il Napoli batte il Barcelona per 4-0 nell'amichevole di lusso disputata al San Paolo. Apre le danze Meret con una prodezza al 34'. Poi a due minuti dal riposo è Insigne a segnare il 2-0. Nella ripresa firma il poker Rui, che all'87'è lesto a sfruttare un errore di terzino blaugrana.

Napoli: Meret 6; Hysaj 5, Albiol 6, Koulibaly 7.5, Mario Rui 7.5; Allan 7, Jorginho 7.5, Hamsik 6 (dal 79' Zielinski 6); Callejon 7 (dal 68' Insigne 8), Mertens 7 (dal 53' Ruiz 6), Fabian Ruiz 6.5 (dal 68' Ounas sv)

Barcellona: Ter Stegen 5; Semedo 5, Pique 4.5, Lenglet 5, Jordi Alba 4; Rakitic 5 (dal 71' Arthur 5), Busquets 5, Vidal 5 (dal 71' Malcom sv); Messi 5.5 (dal 71' Suarez 5), Coutinho 5 (dall’85’ Dembele sv), Neymar Jr 5

I voti della Gazzetta dello Sport:
Meret 6; Hysaj 6, Albiol 7, Koulibaly 8, Mario Rui 8; Allan 8 Jorginho 8; Hamsik 7 (Zielinski s.v.), Callejon 8 (Insigne 9), Mertens 8 (Ruiz s.v.), Fabian Ruiz 7.5 (Ounas s.v.)
Bravo anche Jorginho che dopo un periodo no sembra essere tornato quello della scorsa stagione ancora protagonista con la maglia del Napoli seppur in panchina per gran parte della gara Suarez e Neymar Jr sprecatori

Il Napoli cade pesantemente contro il Barcellona, ma non senza una certa dignità. La squadra azzurra ha tenuto testa all'undici di Messi per buona parte della gara, salvo poi cedere nel finale. Positiva la prova di Meret, che si è reso protagonista di alcuni interventi miracolosi. Bene anche Mario Rui, autore di diverse conclusioni pericolose. Male invece Insigne, che ha poco inciso in attacco.

Aggiornato il 24 Febbraio 2022 da amministratore