Juve, ko McKennie: ecco Miretti, nuovo ruolo per Locatelli o cambio modulo

?
Allegri lo costringerà a valutare una nuova strategia viste le fasi finali della stagione. Salvo colpo di scena clamoroso, il centrocampista texano sarà costretto ad alzare bandiera bianca fino a fine stagione. Con una possibile squalifica di circa due mesi, i tempi di recupero potrebbero vedere il centrocampista tornare ad Allegri solo per le ultime partite della stagione. Come cambierà il centrocampo della Juventus? Il knockout di McEnany potrebbe spingere Allegri a rovesciare la linea mediana della Juventus, con Arthur portato in sala di controllo e Locatelli dirottato nel mezzo, cercando di sfruttare al meglio la sua capacità di inserimento. Infortunio di McEnany, infatti, Allegri ha bisogno di un centrocampista abile con costanza e qualità per attaccare lo spazio e attaccare l'area. Ecco perché Locatelli potrebbe, almeno in parte, permettere al tecnico bianconero di sopperire all'assenza di McEnany. Arthur interpreterà il ruolo di un ex libero professionista del Sassuolo per avvicinarsi al Tridente offensivo. Allegri dovrà lasciare McKennie e a fine stagione si ritroverà a mancare un centrocampista. Ecco perché il tecnico bianconero può convocare Fabio Miretti, centrocampista under 23 che eccelle nella regia e gioca perfettamente nella posizione di trequartista. Non è da escludere che Allegri sia in vantaggio su Zakaria, anche se il centrocampista svizzero, a differenza di McKennie e Locatelli, ha meno qualità in termini di spazio d'attacco e profondità decisa. Ecco perché il piano B di Allegri potrebbe essere Locatelli piuttosto che Zakaria. Il centrocampista svizzero può sicuramente trovare spazio se finisce per passare al 4-2-3-1 con Locatelli e Zakaria in mezzo, Cudrado dirottato sull'esterno destro e Danilo come terzino sinistro.

Aggiornato il 23 Febbraio 2022 da amministratore