FIGC, Gravina: "Calcio? Lavoriamo in due direzioni sulla situazione economica: occhio alle plusvalenze"

La Figc, attraverso il suo presidente Gabriele Gravina, ha affermato: "lavoriamo in due direzioni sulla situazione economica: quella di migliorare l'attuale e quella di prevenire il dissesto".

L'impegno sarebbe quindi rivolto sia verso il presente che il futuro, in un periodo nel quale il calcio italiano rischia di vedere i suoi club più importanti fallire a causa dei pesanti debiti.?
"È giunto il momento di fare una distinzione molto pragmatica tra quelle metriche che sono rilevanti per la licenza di iscrizione al campionato nazionale e quelle che sono essenziali per controllare la fase amministrativa. Nel nostro campionato. Il motivo lo dico perché a 16 di oggi, tutti società pagate e in regola, grazie alla forte ricapitalizzazione di aziende che hanno fatto enormi sacrifici per soddisfare le reali esigenze delle rivali economiche, ma l'altra cosa è stata il momento del management, si lavora in entrambe le direzioni: all'atto dell'iscrizione abbiamo per togliere la presa sull'azienda per vedere se ha le risorse per affrontare il campione tra attività e passività Poi ci sono due metriche che abbiamo utilizzato per rimuovere la liquidità La dignità dell'indice, intendo le metriche relative al debito , e il rapporto tra reddito e costo del lavoro da espandere.Vogliamo utilizzare queste due metriche che abbiamo utilizzato quando ci siamo iscritti e indebolito nella gestione e nel mercato durante i tornei Il valore degli indici di liquidità, quindi sono dispregiativi. Il rapporto tra reddito e costo del lavoro esteso partirà da 0,8, scenderà a 0,7, per poi scendere a 0. 6. Piano triennale, lo stesso vale per i criteri per l'indebitamento delle imprese, ci stiamo lavorando. Ipotesi da valutare l'impatto delle plusvalenze sul reddito riceverà molta attenzione.

Il presidente della Figc, Gravina, ha dichiarato che la federazione lavora in due direzioni per risolvere la situazione economica: da una parte c'è l'attenzione alle società, dall'altra all'aspetto finanziario. Ha inoltre avvertito che bisogna stare attenti alle nuove regole UEFA in materia di Fair Play Finanziario.

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ai microfoni di Radio24 ha parlato della situazione economica del calcio italiano: "Lavoriamo in due direzioni. Da una parte puntiamo a migliorare l'aspetto economico per rendere il calcio più competitivo, dall'altra ci focalizziamo sulla tutela della salute degli atleti. Faremo la nostra parte anche sul fronte delle casse minori, che possono contare su bandi importanti. Per quanto riguarda il fair play finanziario, penso che ci siano margini di miglioramento. Dobbiamo essere più attenti alla gestione degli investimenti e alle entrate".
La Figc, Gravina: "Calcio, lavoriamo in due direzioni sulla situazione economica. Occhio alle fake news"

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, intervenuto ai microfoni di Radio anch'io lo Sport, ha parlato della situazione economica del calcio italiano e delle fake news.

"Il calcio italiano lavora in due direzioni: quella sportiva e quella economica. Bisogna fare attenzione alle fake news: non tutto quello che viene detto è vero. Il calcio italiano è in una situazione difficile, ma ci sono segnali positivi. Stiamo lavorando per risolvere i problemi".

Aggiornato il 21 Febbraio 2022 da amministratore