Milan: Ibrahimovic si ritira, l’annuncio della società

Il gigante svedese Zlatan Ibrahimovic ha deciso di dire addio al calcio. Lo ha comunicato alla stampa dopo l'incontro tra i dirigenti del Milan e il suo agente Mino Raiola. "È finita, ho detto basta" ha spiegato Ibrahimovic.

Il 36enne attaccante, che si è ritirato dalla nazionale svedese dopo i Mondiali 2018, aveva già annunciato il suo ritiro qualche settimana fa, ma allora sembrava volesse soltanto prendersi un po' di tempo per riflettere. In realtà la decisione era presa da tempo e non c'era nulla da fare: Ibrahimovic è uscito da un lungo infortunio ed era evidente che non aveva più la stessa brillantezza di un tempo.?
I tifosi sono sempre più preoccupati per le condizioni dell'attaccante svedese. Il problema al tendine d'Achille è tornato, non si conoscono ancora i tempi di recupero del giocatore e ora ci sono annunci sul ritiro. Ibrahimovic negli ultimi anni ha riportato troppi infortuni consecutivi, soprattutto il problema al tendine d'Achille che ha colpito ancora una volta l'attaccante svedese, ora il club ha annunciato che Ibrahimovic si ritirerà dal Milan. Perché il club sembra davvero prepararsi a dire addio ai fan alla loro leggenda. Ha girato gran parte del mondo, ma Zlatan tiene il cuore in rossonero, e al Milan Ibrahimovic può giocare la sua ultima partita e ritirarsi. La data del suo ritorno cambia ogni settimana a seguito dell'infortunio al tendine d'Achille contro la Juventus, e ora che la società parla del ritiro di Ibrahimovic, il Milan si sta preparando per i tifosi. Unico: è sempre stato chiaro a club e giocatori che viene aggiornato solo a determinate condizioni e se è garantito che il giocatore venga impiegato correttamente durante la stagione. Ma ora il tempo sembra stringere per Ibrahimovic, pronto a ritirarsi e a farlo con il Milan. Lo speravano anche i rossoneri, che ora non sembrano pensare al prolungamento del contratto come qualche settimana fa. "Quando Ibrahimovic deciderà di ritirarsi, spero che possa giocare l'ultima partita della sua carriera con il Milan. Abbiamo una storia speciale con lui e ha dato davvero qualcosa a tutti". Queste le parole dell'amministratore delegato del Milan Ivan Gazidis alla CNN. Potrebbe interessarti anche >>> Ibrahimovic potrebbe tornare contro la Salernitana il 19 febbraio, ma non è ancora certo. Per questo ora tutti parlano del ritiro di Ibrahimovic e di questo il Milan ha comunicato con il noto allenatore Gazidis. Perché il rinnovo sembra essere lontano, e le condizioni dei giocatori non sono buone. Per questo il club vuole ora che Ibrahimovic si ritiri e chiuda la sua carriera al Milan, che sarà anche la sua ultima partita con i rossoneri e il San Siro, con l'ultima partita contro l'Atalanta il 15 maggio di quest'anno. A meno che non ci sia un incidente, sarà difficile per noi continuare per un altro anno. Potrebbe interessarti anche >>>

Il Milan ha annunciato che Zlatan Ibrahimovic ha deciso di ritirarsi dal calcio. L'amministratore delegato del club, Ivan Gazidis, ha detto: "Zlatan è una leggenda e il suo contributo al Milan è stato enorme. Siamo felici di averlo avuto con noi e gli auguriamo il meglio per il futuro".

Il direttore generale del Milan, Ivan Gazidis, ha rivelato che Zlatan Ibrahimovic ha deciso di ritirarsi dall'attività agonistica.

Ibrahimovic aveva raggiunto un accordo con il Milan per giocare un'ultima stagione, ma a causa di problemi fisici ha deciso di mollare tutto.

"Zlatan mi ha telefonato la settimana scorsa per comunicarmi che aveva preso la decisione di ritirarsi", ha detto Gazidis. "Ho risposto che ero dispiaciuto, ma gli ho anche detto che capivo la sua scelta."

Il ritiro di Ibrahimovic è una notizia triste per il calcio italiano. L'attaccante svedese ha lasciato un segno indelebile in tutte le squadre dove si è trovato a giocare, grazie alla sua grande personalità e al suo carisma. Milan e Inter sono due club dove Ibrahimovic ha lasciato il cuore: con i rossoneri ha vinto uno scudetto, mentre con i nerazzurri ha conquistato cinque titoli. Non sono mancati anche momenti di tensione, ma Ibrahimovic è riuscito sempre a conquistare il pubblico grazie alle sue incredibili giocate. Sicuramente il calciatore più importante della storia del Milan e dell'Inter.

Aggiornato il 11 Febbraio 2022 da amministratore