Sanchez risorsa in più per Inzaghi. E l’Inter pensa a un piano per trattenerlo

Sembra proprio che il futuro del centravanti dell'Inter, Sanchez, sia in forte discussione. Il suo contratto scadrà infatti a giugno 2020 e, dopo aver vissuto un difficile inizio di stagione, l'Inter starebbe pensando di ridurre il suo ingaggio.?
Momenti positivi per Alexis Sanchez, autore di un gran gol contro la Roma in Coppa Italia. Quindi all'Inter si torna a parlare del suo futuro. "A causa della sua età e dello stipendio molto alto (7 milioni di dollari netti), l'attaccante del Tokopila è considerato una 'zavorra' che sarà presto eliminata, è stato menzionato per la prima volta come possibile titolare la scorsa estate e poi gennaio. Invece, ha un anno contratto e i prossimi mesi potrebbero cambiare le cose. Ricordiamo che l'Inter con Nino gode dei benefici fiscali del Growth Act, il suo contratto è ancora pesante. Anche se con i connazionali Insieme a Vidal (6,5 milioni di stipendio), l'Inter ha la possibilità di pagare 4,5 milioni di TFR per uscire dai vincoli dell'anno scorso e potrebbe andare così, ma Sanchez ha diritto ad un altro anno", ha spiegato Gazzetta.it. L'Inter però guarda al lungo termine e punta sullo Skamarca che completa il reparto offensivo con Correa, Dzeko e Lautaro. Quindi, in un certo senso, l'idea è di sbarazzarsi di Sanchez, ridurre ulteriormente i costi di manodopera e rilanciare la squadra. Ora, però, potrebbe prendere forma la proposta di estensione di Nino e l'ampliamento dell'ipotesi salariale. Divenne presto chiaro. Non sono stati avviati discorsi. Ci sono ancora mesi importanti in campo, la strada verso il mercato è infinita, ed è certo che senza Sanchez l'Inter sarà in difficoltà. Correa è ancora ai box con partite molto dure ogni tre giorni, e Caicedo sta pagando le diverse modalità di allenamento tra Genoa e Inter. Dzeko e Lautaro sono ancora boss immaginari, soprattutto nelle partite importanti. Ma allo stesso tempo, Alexis ha sferrato la sua firma jab contro la Juve in Supercoppa, ha recitato in altri 120 (con un brillante colpo di testa contro l'Empoli) e ha siglato la vittoria in Coppa Italia. Semifinali", ha chiuso il portale sportivo.

Il piano di Sanchez prevede una riduzione dei costi. L'obiettivo è quello di raggiungere una situazione di pareggio finanziario.

Il club nerazzurro punta a ridurre il costo dell'ingaggio del cileno, ora alto circa 8 milioni

L'Inter, secondo quanto riporta FCInter1908.it, avrebbe avviato i contatti con il Manchester United per la riduzione dell'ingaggio di Alexis Sanchez. Il cileno percepisce circa 8 milioni di euro l'anno e l'Inter vorrebbe portarlo a circa 5 milioni.

Io sono totalmente a favore della riduzione degli stipendi. Se anche solo una piccola percentuale dei calciatori dovesse accettarla, si potrebbero risparmiare migliaia di euro. Questi soldi potrebbero essere reinvestiti in nuovi campionati, progetti sociali e strutture sportive.

Aggiornato il 10 Febbraio 2022 da amministratore