Juventus: “Ecco cosa faceva Pirlo”, la confessione di Kulusevski

“Andrea Pirlo mi chiamava sempre quando ero seduto in panchina. Mi ha detto: "Dejan, vieni qui, ti faccio vedere una cosa". Poi mi ha mostrato il movimento che ha studiato per me. Era molto attento a tutti noi, ci seguiva sempre. È stato un grande maestro». Andrea Pirlo mi chiamava sempre quando ero seduto in panchina. Mi ha detto: "Dejan, vieni qui, ti faccio vedere una cosa". Poi mi ha mostrato il movimento che ha studiato per me. Era molto attento a tutti noi, ci seguiva sempre. Era un grande insegnante.

L'ex giocatore della Juventus, ora allenatore dell'Albania, gli ha insegnato molto.

L'ex Juventus ha anche rivelato i suoi sentimenti per Harry Kane, compagno di squadra, nonché punto di riferimento per il suo percorso di crescita. "Stiamo parlando di un giocatore straordinario", ha ammesso l'attuale giocatore degli Spurs, "quello che mi ha colpito di più è stata la sua tecnica, il modo in cui ferma palla e cambia campo con entrambi i piedi. Mi rendo conto che quando ha una palla che devo correre, in qualche modo mi troverà. L'esperienza dello svedese con il Tottenham è iniziata subito con la sua presenza in FA Cup. L'ex Juventus ha detto che Kane è stato un giocatore straordinario, particolarmente colpito. con la sua tecnica. Kane è in grado di fermare la palla e cambiare lato con entrambi i piedi, e lo svedese si rende conto che deve correre se Kane ha la palla perché la troverà per me.

Kulusevski, Pirlo: "Serve una mentalità vincente" Il giovane calciatore svedese Kulusevski spera di diventare presto il punto di riferimento per la squadra di Antonio Conte. Durante la sua esperienza alla Juventus ha ricevuto dei consigli molto importanti da Andrea Pirlo. Di certo questo aiuto gli sarà molto utile per fare il definitivo salto di qualità e diventare un punto di riferimento per Tottenham o Juventus in caso di un futuro ritorno alla Juventus.

Aggiornato il 7 Febbraio 2022 da amministratore