Juventus, Assenze Pesanti: Allegri Svela Tutto In Conferenza

Il tecnico bianconero ha detto che Dybala non sarà in campo, ma che in campo ci saranno Matuidi e Mandzukic. Fuori anche Barzagli, Chiellini, Cuadrado e Pjanic. La Juventus si prepara ad affrontare al meglio questa seconda parte di stagione, anche dopo un ottimo trasferimento invernale. Le prossime sfide saranno decisive per Allegri e la sua famiglia, che vogliono mantenere le prime quattro posizioni. Dovremo fare i conti con le assenze di Dybala, Barzagli, Chiellini, Cuadrado e Pjanic.

Pjanic non ci sarà, ma tornerà contro il Tottenham. Douglas Costa non ci sarà, ma sarà disponibile per la finale di Champions League. Chiellini non ci sarà, ma sarà a disposizione per la finale di Champions League. Marchisio non ci sarà, ma sarà a disposizione per la finale di Champions League. Mandzukic non ci sarà, ma sarà disponibile per la finale di Champions League. Il tecnico ha detto che alcune assenze importanti della Vecchia Signora, come quelle di Bonucci, Pjanic, Douglas Costa, Chiellini e Mandzukic, non preoccupano molto. La squadra deve assolutamente vincere contro gli uomini di Tudor per tenere il treno della Champions League.

Da lunedì sarà disponibile anche Alex Sandro. Ovviamente mancherà anche Locatelli. ”Bonucci e Alex Sandro torneranno presto a disposizione dell'allenatore, che potrà quindi fare affidamento sull'esperienza del centrale e dell'estremo difensore per le prossime partite. Contro il Verona servirà il grande contributo degli attaccanti, in particolare quello del neo arrivato Vlahovic.

Zakaria, invece, è un centrocampista completo, che può giocare sia a centrocampo che in difesa. Il tecnico bianconero Massimiliano Allegri si è detto molto soddisfatto delle operazioni di mercato della società. Ha elogiato la dirigenza per l'acquisto di Vlahovic e Zakaria, due giocatori molto importanti.

I nuovi arrivati ​​si sono subito inseriti molto bene e potrebbero giocare già domani. Allegri si è soffermato anche sugli addii sul mercato di Bentancur e Kulusevski. Entrambi non se la sono cavata benissimo sotto la guida del tecnico livornese, che però ha voluto augurare loro il meglio per il proseguimento della loro carriera.

Aggiornato il 5 Febbraio 2022 da amministratore