Inter, è tempo di rinnovi: cosa succederà con Perisic e Handanovic

Chiuso il mercato con due operazioni che hanno fatto rumore, l'Inter ora pensa alla (eventuale) conferma dei suoi calciatori in scadenza. Robin Gosens e Felipe Caicedo sono due nuovi giocatori neroazzurri: il primo è un investimento per il futuro, il secondo rimarrà solo a fino giugno ed è altamente improbabile che venga confermato per la prossima stagione. L'acquisto dell'esterno tedesco ex Atalanta può essere vista come una mossa di prevenzione. Come noto, nello stesso ruolo l'Inter dispone di Ivan Perisic. Il croato è, insieme ad Handanovic, in scadenza di contratto e al momento è difficile prevedere se lo rinnoverà o meno. Vediamo cosa ha raccolto in esclusiva calciomercato.com al riguardo.

Premessa: presumibilmente ogni discorso inizierà dopo il derby di Milano in programma per questo sabato. Poi dalla prossima settimana testa alle trattative per i rinnovi di Ivan Perisic e Samir Handanovic, che hanno esigenze e aspettative molto diverse, ma l'Inter spera che entrambi conservino il desiderio di un obiettivo comune: il rinnovo. Il croato è consapevole che un eventuale rinnovo sarebbe l'ultimo della sua carriera ad alti livelli con guadagni elevati. Il numero 44 non vorrebbe assolutamente scendere al di sotto della cifra che guadagna oggi (5,5 milioni di euro a stagione), mentre i nerazzurri, a maggior ragione ora che è arrivato Gosens, vogliono abbassare i costi e gli offriranno uno stipendio di almeno qualche milione in meno. Perisic compirà 34 anni nel 2022. Ausilio e Marotta metteranno sul piatto la loro offerta, è facile immaginare come il giocatore si prenderà il tempo per rispondere. Tempo che l'Inter gli darà. Al momento non è affatto scontato che il nazionale croato dica di sì, un'esperienza altrove non è affatto impossibile.

Il discorso di Handanovic in teoria è più semplice. Il portiere è il capitano della squadra, è uomo spogliatoio e soprattutto vuole rimanere all'Inter. L'Inter ha già acquistato Onana a parametro zero per il futuro ma il cambiamento potrebbe essere graduale e l'Inter ne parlerà con il portiere sloveno. L'ipotesi più plausibile è che la prossima sarà l'ultima stagione di Handanovic da titolare, con qualche partita meno impegnativa da affidare a Onana, che  poi diventerebbe titolare nel 2023-24. Anche ad Handanovic verrà proposta una riduzione dello stipendio: il portiere sloveno guadagna 1.85 milioni netti l'anno e la cifra probabilmente verrà dimezzata.

Nulla è scontato ma tra i due è più probabile che rinnovi (quasi) subito Handanovic. L'ex Udinese ha vinto lo Scudetto con l'Inter dopo una lunga attesa, è uomo spogliatoio e la sua esperienza è linfa vitale per la squadra e la società. Ivan Perisic è a un bivio: ha un altro paio di stagioni al top della forma e potrebbe salutare l'Inter per la seconda volta. Le prentendenti non mancano, ora non resta che far conciliare le sue richieste economiche con la proposta dell'Inter. Al momento le possibilità che rimanga sono del 50%, mentre per Handanovic decisamente più alte. Da qui a fine mese inevitabilmente arriveranno indicazioni più chiare.

LEGGI ANCHE: Verso Inter Milan: 5 Motivi Per Non Perdersi Il Derby Della Madonnina

Aggiornato il 2 Febbraio 2022 da Edoardo Ciotola