L'Atalanta alla scoperta dell'erede di Gosens: "Non lo farà rimpiangere"

L'Atalanta, dove tutti sono utili e nessuno è indispensabile. Spesso le risorse post vendita sono state prelevate dalla squadra. E, proprio come Gosens, Giuseppe Pezzella, arrivato tranquillamente dal Parma, si sta rivelando una delle acquisizioni più riuscite.

Il giocatore in questione, Pezzella, ha 24 anni e ha già lavorato 18 volte tra campionato e coppe. La partenza di un altro giocatore, il tedesco, ha permesso al giovane Pezzella di essere promosso in campo. Secondo quanto dichiarato all'Eco di Bergamo, il ragazzo è pronto a raccogliere l'eredità in nerazzurro su sfondo azzurro. La crescita del giocatore è dovuta all'effetto Gasperini, che spesso trasforma gli outsider. Pezzella è l'ennesima dimostrazione della bontà del laboratorio Zingonia, dove si forgiano i talenti.

La crescita esponenziale del difensore argentino, però, non può che essere attribuita all'impegno e alla perseveranza. Il merito va all'allenatore e alla squadra, che hanno saputo sfruttarlo al meglio.

L'obiettivo è raggiungere la nazionale. Per quanto riguarda l'Inter, voglio continuare a fare bene e aiutare la squadra a raggiungere traguardi importanti". Sto vivendo uno dei periodi più belli della mia carriera. La svolta è arrivata nella sfida di Champions League contro lo Young Boys, una notte indimenticabile. In Oltre all'emozione di giocare nell'élite d'Europa, avevo la percezione di essermi abituato ai meccanismi del gioco. Ora attacco l'area, taglio dentro e sono migliorato anche in fase difensiva. Il prossimo obiettivo è essere più a sangue freddo. l'esterno si misura anche dai gol e dagli assist. FUTURO - Pezzella si è anche prefissato obiettivi, sia per l'Inter che per l'Italia: “Non importa se vengo convocato per la nazionale, sarebbe meglio in Marzo. Il mio obiettivo è arrivare in Nazionale. Quanto all'Inter, voglio continuare a fare bene e aiutare la squadra a raggiungere traguardi importanti".

Il giocatore della Nazionale italiana dice che segnare contro l'Atalanta gli farebbe piacere, perché tutto dipende da lui. L'Atalanta dovrà riscattarlo con la prestazione, ma lui è fiducioso perché la storia racconta che questa squadra è sempre migliorata agli ottavi.

Aggiornato il 28 Gennaio 2022 da amministratore