Fiorentina, il dopo Vlahovic: un'ufficialità in attacco ma anche un altro addio pesante

La Fiorentina è di gran lunga la squadra italiana più attiva in questo mercato invernale, facendo mosse importanti sia dentro che fuori. A inizio mese è stata comunicata l'ufficialità relativa all'ingaggio di Ikoné, mentre oggi abbiamo visto Dushan Vlahovic arrivare a Torino per le visite mediche di rito. L'annuncio ufficiale è questione di minuti. I tifosi sono arrabbiati ma le casse societarie ringraziano: arriveranno decine di milioni, che in un periodo storico come quello attuale sono oro colato. E' altrettanto vero che senza Vlahovic la Viola perde molto nel reparto offensivo ma la dirigenza è già corsa ai ripari. Piatek è l'usato sicuro su cui sempre contare ma la partenza di Vlahovic non poteva essere tamponata solo con l'arrivo del 'Pistolero'. Per cui Commisso ha messo mano al portafoglio ed ha comprato il talentuoso Arthur Cabral.

Il centravanti brasiliano Cabral è arrivato ieri sera a Firenze dove ha salutato i presenti dichiarando: “Ciao a tutti. Sono molto felice di essere qui, è andato tutto bene". Il Basilea, da cui è stato ritirato, riceverà 16 milioni di euro insieme a bonus, in mattinata ha effettuato le consuete visite mediche e l'annuncio ufficiale del sua tesseramento è previsto per la serata odierna. Le premesse sono ottime: il brasiliano nel campionato svizzero ha segnato decine di gol e appare un sostituto più che degno del 22enne appena andato alla Juventus. Il tempo ci dirà se saprà adattarsi al gioco di Italiano e come dialogherà con i compagni di reparto.

I dirigenti della Fiorentina stanno tuttavia valutando ancora le ultimissime mosse di questa fase finale di mercato. Nella lista dei possibili giocatori in partenza dalla Toscana resta il nome di Sofyan Amrabat, che qualche giorno fa si è avvicinato al Tottenham, che vorrebbe acquistarlo immediatamente. I londinesi, guidati da Antonio Conte, tramite l'ad Fabio Paratici, sono pronti a definire i dettagli dell'operazione, che secondo Sky Sport dovrebbe essere un prestito con diritto di riscatto fissato a 16 milioni di euro, che permetterebbe alla Fiorentina di pagare il conto del Cabral.

Dopo un ottimo inizio nella stagione 2020-21 in cui è stato titolare fisso ed ha saltato pochissime partite, il centrocampista marocchino ha giocato nella stagione corrente appena 11 partite in campionato e una in Coppa, contro il Napoli. Con la Fiorentina non ha mai trovato il gol: l'unica rete in Serie A risale alla stagione 2019-20, quando ancora militava nel Verona. Di certo da un giocatore come lui non ci si aspetta gol a pioggia ma finora il contributo alla causa viola non è stato indimenticabile e una sua cessione non deluderebbe i tifosi come quella di Vlahovic. Attualmente il calciatore è impegnato in Coppa d'Africa: il 25 il Marocco ha battuto Malawi 2-1 e lui ha giocato l'intera partita.

LEGGI ANCHE: Fiorentina, già preso il sostituto di Vlahovic: operazione da 14 milioni

Aggiornato il 28 Gennaio 2022 da Edoardo Ciotola