L'argentina Conquista La Copa America Dopo Una Finale Bellissima

L'Argentina, dopo aver vinto la Copa America, è scesa in campo in altre 7 occasioni, ottenendo 5 vittorie e 2 pareggi. Ma le carriere degli eroi della Copa America qualche mese fa hanno visto un forte rallentamento. Il caso Messi è il più emblematico: passato traumaticamente dal Barcellona al PSG, ha avuto diversi problemi fisici, essendo stato schierato per soli 1.315 minuti tra tutte le competizioni, senza intaccare quanto ci si sarebbe aspettati da lui.

Nonostante questo, le sue presenze al club francese hanno superato quelle di Angel Di Maria, l'uomo che ha regalato all'Argentina il trionfo con il suo gol nella finale contro il Brasile. Con 1.205 minuti complessivi in ​​campo, Fideo è solo il 14° giocatore più utilizzato della rosa, nonostante non abbia riportato gravi infortuni. successivamente si è infortunato alla coscia.

Pochettino ha giocato poco, Romero è infortunato, Lo Celso è stato usato poco da Nuno Espirito Santo.

Nahuel Molina, un anno fa era stato bravissimo all'Udinese, tanto da meritare di essere convocato da Scaloni; quest'anno, però, sta lottando di più. Nicolas Tagliafico non gioca molto all'Ajax e si dice che voglia cambiare aria. Exequiel Palacios è mancato un mese tra settembre e ottobre al Bayer Leverkusen per un problema alla caviglia, e nel nuovo anno non si è ancora fatto vedere, a causa di un infortunio alla schiena. in Copa America ed è costato all'Atletico Madrid 35 milioni, sono solo 1 gol e 2 assist, cifra bassissima per un giocatore che, la scorsa stagione, a Udine aveva quasi raddoppiato la doppietta.

argentino Il caso più clamoroso di un calciatore passato da una squadra all'altra è senza dubbio quello di Sergio Aguero. Trasferitosi al Barcellona, ​​Aguero ha dovuto sopportare l'addio dell'amico Messi e la scoperta dell'aritmia che lo ha costretto al ritiro. Oggi Lionel Scaloni si ritrova ad avere molte meno certezze, visto che del gruppo che ha vinto il titolo continentale solo sei mesi fa, in rosa restano solo sei giocatori. Il 28 gennaio il tecnico argentino dovrà fare delle scelte importanti per le convocazioni delle qualificazioni CONMEBOL ai Mondiali 2022, in cui la sua squadra è al secondo posto dietro al solito Brasile.

Aggiornato il 23 Gennaio 2022 da amministratore