Luis Enrique: "Non sono più un allenatore, ora sono il mister della Catalogna!"

La nazionale spagnola torna in Catalogna dopo 18 anni nell'ultima partita. La squadra di Luis Enrique affronterà l'Albania il 26 marzo a Cornellà. Non succedeva dal 18 febbraio 2004.

I Red Furies si esibiranno ancora una volta nella comunità autonoma nel nord-est del paese 18 anni dopo il loro ultimo viaggio. Nell'impresa c'è riuscito coach Luis Enrique: riporterà la Spagna in Catalogna. L'appuntamento è sabato 26 marzo alle ore 19:00.

L'Espanyol giocherà un'amichevole contro l'Albania a Cornera allo Stadio Espanyol. Giornata storica per la Catalogna e la nazionale. L'ultima partita dei Barcelona Red Devils risale al 18 febbraio 2004.

La Spagna, allora allenatore Iñaki Sáez, giocò all'amichevole di Lluís Companys allo Stadio Olimpico contro il Perù e vinse 2-0. Non solo Catalogna. Luis Enrique sta anche cercando di riparare i rapporti con la Galizia.

Dopo 13 anni, la squadra nazionale tornerà nella Regione Autonoma del Nordovest per gareggiare. A dieci mesi dal Mondiale in Qatar, la Spagna affronterà l'Islanda per la seconda amichevole, questa volta al Riazor Stadium di Deportivo, Casa dello Sport. Red Furies si esibirà nella città della Galizia per la sesta volta.

L'ultima visita è stata in una partita di qualificazione alla Coppa del Mondo contro il Belgio in Sud Africa nel 2009. In quel momento, la squadra guidata dall'allenatore Bosque sconfisse 5-0 il Belgio.Il quotidiano sportivo spagnolo Come ha riferito che la visita in Galizia ha annunciato la normalizzazione dei rapporti con la Federcalcio galiziana, presieduta da Rafael Lusan.

. Il presidente della Federcalcio spagnola, Luis Rubiales, ha apprezzato il valore professionale e l'esperienza di Rafa Louzán e con lui ha raggiunto una buona comprensione della RFEF.

Aggiornato il 18 Gennaio 2022 da amministratore